Spirito libero

Quasi un editoriale

di Antonio La Monica

    img

     


    Data pubblicazione: 14 settembre 2019

Il vento dello spirito è libero e soffia dove vuole. Anche nel “Quasi editoriale” di Operaincerta. Siamo giunti anche quest'anno alla fine della nostra trilogia estiva. Riflessioni, idee e parole che sono diventati pensieri, articoli e che, ci auguriamo, hanno accompagnato una parte della vostra estate 2019.
All'inizio ci eravamo posti, con la dovuta leggerezza, l'obiettivo di affrontare tre temi molto forti e legati evidentemente alla tradizione religiosa cristiana. Il padre, il figlio e lo spirito santo.
E se nei primi due episodi era semplice allargare il tiro ed aprire alla riflessione laica, in questo terzo episodio l'impresa parrebbe ardua. Qui dovremmo parlare di "spirito santo".... ma ci perdonerete se declineremo la questione lasciando spesso da parte i santi!
Lo spirito è un tema misterioso ed esoterico, ma è anche una parola che richiama l'umorismo, alla capacità di sorridere. Grande fortuna è incontrare nella vita una persona di spirito, avere amici spiritosi e non solo spirituali. Spesso, anzi, questi ultimi, se davvero sono tali, hanno conservato una grande capacità di ridere e di gioire alla vita.
Lo spirito non è qualcosa che caratterizza gli esseri umani, ma anche qualcosa che riguarda un luogo, una città. Ed ecco che lo spirito di un luogo diventa qualcosa di quasi tangibile. Una sorta di anima che si incarna in un modo di dire, in un proverbio, in una cultura. Lo spirito potrebbe caratterizzare una architettura, una musica, un film....
Persino parlando dei tempi si accenna all'idea che essi possano avere o aver avuto uno spirito (lo Zeitgeist).
Gli "spiriti", ancora, sono anche i fantasmi. Tema quanto mai diffuso e, per alcuni, denso di fascinazioni.
Ma lo "spirito" è per noi anche l'alcool che si usa per disinfettare le ferite, una via di guarigione empirica ma non per questo poco importante.
Quale sia lo "spirito" di Operaincerta, dopo tanti anni di scrittura e lettura, ormai dovreste conoscerlo, ragione più che valida per proseguire nella lettura... spiritosamente....