Verde Chiaro

All'ombra di Orazio

di Aldo Adamo

    img

     

 

 

Da non crederci! MI stavo scervellando – come spesso mi capita – per trovare una pianta o un fiore legato al tema del mese che è l’ozio. Risultato uguale a zero.  Sforzo immane che il mio capo redattore mi riserva di mese in mese, sforzo che non ha sempre successo e che spesso si conclude con il solito sistema: internet. L’amato odiato scrigno del sapere odierno. E qui, alla fine, ho trovato l’albero dell’ozio: un gelso. È sufficiente andare a Bellapais, nell’isola di Cipro. Qui, nei pressi dell’abbazia de la Paix, puoi bere una fresca limonata all’ombra di questo magnifico albero che hanno dedicato all’ozio.
E questo mi ha fatto pensare che oziare all’ombra di un gelso, durante il caldo afoso dell’estate, è un’abitudine non solo cipriota ma sicuramente mediterranea. Anche a noi siciliani, non a caso ultimi discendenti degli abitanti della Magna Grecia, ci sarà capitato di oziare sotto un gelso.
Dei suoi frutti ne parla già Plinio quando descrive le sue proprietà medicamentose. Le sue bacche hanno un forte potere antiossidante, ricchi di ferro, vitamina A e vitamina C.  L’effetto antiossidante pulisce le arterie, aumentando così il colesterolo buono e riducendo il rischio di ipertensione.
La bontà del frutto va oltre le sue qualità biofarmaceutiche. Basta gustare la granita che si realizza con i gelsi, possibilmente accompagnata da una buona panna, e si capisce all’istante perché l’ozio così gestito può diventare un gran momento di felicità.
E sempre se vuoi, e hai lo spazio, puoi mettere a dimora un gelso nel tuo giardino. Ti servirà, però, tanto spazio perché il suo fusto può raggiungere anche i venti metri di altezza.

Qui o altrove, ma sempre sotto l’albero, puoi programmare questi giusti e gustosi momenti di libertà… così come insegna il grande Orazio a proposito dell’ozio o otium che dir si voglia… chissà se il poeta di Venosa lo ha pensato all’ombra di un albero di gelso.   

 

img

 

Consigli del mese                        

Nel Prato:   prepara il letto di semina per i prati da installare in primavera; se il mese scorso è saltata la concimazione autunnale questo è l’ultimo mese utile. Un ‘attenzione particolare alle zone ricoperte di muschio: in questo caso puoi concimare con un prodotto specifico ricco di ferro utile anche per le acidofile.
Nel giardino: ultimi giorni  per la messa a dimora dei bulbi a fioritura primaverile (fresie,tulipani, crocus, narcisi, giacinti, ranuncoli, etc., etc..); da fine mese a Gennaio puoi impiantare rose, arbusti e piante da frutto a radice nuda (prenota in tempo le varietà).
Attento al freddo: ricovera in serra, veranda, androni o ingressi luminosi le specie poco resistenti al gelo come gli agrumi e alcune varietà di piante grasse; nel caso il ricovero sia  impossibile proteggili coprendoli con il tessuto-non tessuto o con le Serre da balcone o con i tunnel.
Le piante da interno: continua le concimazioni liquide e/o con i bastoncini.
Il bonsai :  attenzione alle annaffiature perché diminuisce il fabbisogno idrico tranne per i bonsai da interno se si accendono i riscaldamenti; a tal proposito, al fine di mantenere l'umidità ambientale ideale anche negli interni riscaldati, si raccomanda di situare il bonsai su un sottovaso con materiale drenante mantenuto umido (questo vale anche per le piante in vaso); continua le concimazioni e sospendi i travasi (tranne per i casi di emergenza).
Nell’orto: seminare Pisello, Fava, Aglio, Cipolla e Scalogno.
… e se volete saperne di più potete sempre telefonarmi al 348.0180141
Il Frutteto:  puoi iniziare i trattamenti con prodotti a base di rame irrorando anche il terreno ai piedi dell’albero, spesso ricettacolo di parassiti. Puoi fare anche i trattamenti anticoccidici con l’olio minerale. … e se vuoi saperne di più puoi scrivermi su aldo58.adamo@gmail.com o telefonarmi sul 3480180141