Articoli

    Dolce far niente

    Quasi un editoriale

    di Carlo Blangiforti

    In origine fu Plinio il Giovane a rammaricarsi di non poterne godere nella nona epistola nell’ottavo libro del suo Epistularum libri decem. Scrisse a Urso: “È un pezzo che non so che cosa sia né ozio, né quiete, né infine quel neghittoso sì, ma pur beato non fare e non esser nulla”. Il dolce far niente non è esattamente il godere dell’inattività, ma resta una scelta cosciente. Si contrappone all’agire fattivo ed efficiente, perché nel fare “qualcosa” manca quel piacevole languore. Come si diceva non necessariamente è immobilità, nel dolce far nulla c’è la decisiva volontà di godere in modo pervicace del non agire, c’è l’ostinazione morbida a godere del tempo che ci è concesso, del tempo tutto per noi. Come da vocabolario il dolce far niente indica “uno stato di ozio felice e spensierato”, non apatico e sterile, ma al contrario una sorta di nirvana in cui tutti i desideri si smorzano in uno solo, il non far nulla di utile. Ecco, questo è il nodo cruciale il dolce far niente ha soprattutto una dimensione temporale più che spaziale, qualità più che quantità: non è il non agire... [continua]





    Modi di pensare

    Anche gli italiani hanno il loro piccolo e arrogante Trump

    di Carlo Poerio

    Sono un piccolo esercito di disperati. I primi notiziari televisivi informano che quella lunga processione di esseri umani è composta da circa quattromila persone. In seguito rivedranno le stime: sono seimila...

    AAA Cercasi Nuovo Socrate

    Riflessioni

    di Luca Farruggio

    "L'ozio è padre dei vizi". I detti antichi non si sbagliano mai! Tuttavia, nell'arco della propria vita, è necessario che ci siano dei momenti di ozio, di riposo. Lo ha fatto anche Dio: "e il settimo giorno si riposò"...



    L'ozio

    Racconto

    di Nick Neim

    Oziare. L'ozio è il padre dei vizi. Ma chi lo diceva? Non me ne intendo molto di vizi ma da qualche tempo sono diventato un esperto dell'oziare; sono sicuro che il non far niente favorisca la fantasia, stimoli la creativitàF...

    Ars vivendi

    L'ozio per riavvicinarsi all'essere

    di Laura Ciancio

    Quando non c'è burrasca Mauro si immerge nel silenzio che avvolge l'isola e rimane in ascolto. I libri e la natura sono i suoi compagni di vita. La mattina pratica Tai chi sulla spiaggia, coltiva un piccolo orto e vive in una casa-rifugio tra gli arbusti...



    Vjagg bla periklu

    Corto in Sicilia - V

    di Carlo Blangiforti

    Paolo Orsi è una persona dal temperamento anomalo: lui uomo di montagna, dell'Alta Italia, che ha deciso di vivere qui, in questa terra, tra queste persone dal passato più grande del loro futuro, mi sorprende...

    L'ozio Nanè

    Ovvero una personale piccola lotta di classe

    di Saro Distefano

    Cammino. Chissà quanti e quali chilometri avranno percorso quei piedi, credo un quaranta, al massimo quarantuno. Sufficienti per sopportare cinquanta chili scarsi di un omino basso e magro. Certo almeno quattro chilometri al giorno...














Fotorama / Oziar...

di Meno Baglieri




    Una giornata rivoluzionaria

    Riflessioni

    di Patrizia Vindigni

    Il mattino può alle volte presentarsi con un pizzico di magia. È quando nel risveglio si può godere di qualche attimo di pace, di quel girarsi sull'altro fianco, per tornare tra le braccia del Sonno. Un attimo meraviglioso, con quel senso di pace, che ti fa stare bene...

    Ozio, il tempo che dedico a me

    Una giornata particolare

    di Ciccio Schembari

    Alla fine di questo ottobre ho avuto la ventura di trascorrere una giornata particolare, una giornata di ozio, una giornata tutta per me. Ero a Milano per la laurea di mia figlia Silvia e dovevo recarmi a Montegrotto Terme...

    Enzo Del Re, il corpofonista pugliese

    di Meno Occhipinti

    Su queste pagine circa una decina di anni fa si era parlato di lavoro (Lavoratori?, Operaincerta #32, marzo 2008) e io, che volevo fare l'originale a tutti i costi, avevo scritto un articolo a proposito del saggio Il diritto all'ozio di Paul Lafargue...

    Le ville della Dolce Vita

    Una passeggiata a ritroso nel tempo tra l' "otium" di Villa Ludovisi e quello degli Horti Sallustiani

    di Maria Cristina Vecchiarelli

    Volendosi prestare al facile giochino di Roma capitale dell'ozio per definizione, quale sarebbe il luogo simbolo da associare a quel concetto, comprensivo di tutte le sfumature di lussuria, mollezza, eccesso? Via Veneto, ovviamente, che ne è stereotipo per eccellenza...

-->


Occhio Strabico / Amori, Affetti e Affettati

di Carlo Blangiforti











Novità Editoriali

    Di quella volta che

    Racconti

    di Filippo Bozzali

    Pubblicazione: 2018
    ISBN: 9788894346442
    Pagine: 162
    Prezzo: 10,00 €

    L'Urlo del Danubio

    Storie

    di Marinella Tumino

    Pubblicazione: 2018
    ISBN: 9788894346435
    Pagine: 152
    Prezzo: 10,00 €


    Il buio sotto l'orto

    Romanzo

    di Carmelo Ferrera

    Pubblicazione: 2018
    ISBN: 9788894346404
    Pagine: 128
    Prezzo: 10,00 €

    La bestia di Brixton

    Romanzo

    di Gianni Mazza

    Pubblicazione: 2018
    ISBN: 9788894346428
    Pagine: 318
    Prezzo: 10,00 €


    Si può
    fare!

    Teatro

    di Antonella Sturiale

    Pubblicazione: 2018
    ISBN: 9788894346411
    Pagine: 224
    Prezzo: 10,00 €

    Adelia o la macchina del meteo

    Romanzo

    di Giada Iannizzotto

    Pubblicazione: 2018
    ISBN: 9788894346459
    Pagine: 170
    Prezzo: 10,00 €




Link Utili

    Italia Notizie

    Quotidiano di informazione

    Il segno che resta

    Media Communication

    CCP "Paulu Maura"

    Sito del Centro Culturale Permanente Paulu Maura di Mineo

    Blangi

    Cronaca di una vta molto distratta

    Operaincerta Editore

    Casa Editrice

    Le Fate

    Editore - Caffè Letterario

Pdf



Rubriche

  • Verde Chiaro

    All'ombra di Orazio

    di Aldo Adamo

    Le piante hanno tanto da raccontare, tessono fili più o meno invisibili con la nostra vita. Le piante, a saperle ascoltare, raccontano storie straordinarie. "Verde Chiaro" si ripropone di narrarle...
  • Poesia Emergente

    Politica e tramonti secondo Paola Cherubini / Samorante: la poesia che è in tutto (ed è tutto)

    a cura di Ester Procopio

    Non l’intenzione di giudicare nuovi autori ma di presentare le loro opere confidando nel potere della parola poetica di raccontare da sé del poeta, dell'uomo e del mondo...
  • Versi Diversi

    L'ozio

    di Cesare Pavese

    Hanno scritto, hanno costruito colle parole il mondo che ci circonda, e quello che, se avremo un po’ di lungimiranza, lasceremo ai figli. I poeti! Non se ne potrà mai fare a meno...
  • Forse non tutti...

    Strabismo comunicativo

    di Meno Occhipinti

    Forse non tutti sanno che... ci sono notizie che scivolano tra le righe come acqua attraverso le dita. Ascoltiamo, vediamo, senza quello sguardo straniato che ci permette di capire cosa ne è del Belpaese...
  • Parole Sante

    L'ozio

    di Byung-Chul Han

    Brevi aforismi di grandi donne e uomini di oggi e del passato che rappresentano meglio di mille parole, tra moto di spirito e facezie argute, il sentire più intimo di una intera umanità. Una sola parola può dire tantissime cose...
  • Occhio Strabico

    Amori, Affetti e Affettati

    di Carlo Blangiforti

    Fotomontaggi, vignette irriverenti, che offrono uno sguardo divergente su un mondo che a tratti sembra seguire una logica assurda. Ma una risata, si spera, seppellirà tutto il marcio, o almeno uno ci prova...