Articoli

    Cartellino rosso

    Quasi un editoriale

    di Antonio La Monica

    Per i pochi che non lo sapessero, il cartellino rosso è lo strumento che un arbitro adopera per espellere dal gioco chi, tra gli sportivi in campo, ha mostrato di non rispettare le regole. Un calciatore oltremodo antisportivo, falloso, violento o capace di danneggiare l'andamento complessivo di un incontro.
    Il cartellino rosso, dunque, è uno strumento di giustizia. Va da sé che chi lo esercita, nel caso specifico un arbitro, deve essere assolutamente imparziale, onesto, capace ed oggettivo. Non sempre va così e la storia del calcio potrebbe riportare esempi clamorosi di un abuso di cartellini rossi. A molti tifosi della nostra nazionale di calcio, ad esempio, non sfuggirà il ricordo dell'arbitro Moreno, in una surreale competizione mondiale, mentre caccia via dal rettangolo di gioco il nostro Francesco Totti a tutto vantaggio della Corea del Sud che sfidava l'Italia. Che lo steso Moreno finisse la sua carriera tra impegno politico e traffici di droga la dice lunga sul personaggio in questione e su quanto possa essere deleterio affidare in mani errate un cartellino rosso...[continua]

Loading



    Bestiario

    Perché di umano, intorno a noi, c’è rimasto ben poco

    di Carlo Poerio

    Prima ci fu lo stupro sulla spiaggia, compiuto da quattro immigrati di cui uno solo maggiorenne. Le vittime, una ragazza polacca ed un trans peruviano. Poi apprendemmo della bimba di quattro anni morta di malaria. Pare fosse stata contagiata in...

    Fatti non foste per viver come bruti...

    Voci del verbo escludere

    di Laura Ciancio

    Anni settanta-ottanta: qualche gettone in tasca, da usare in caso di emergenza, il biglietto dell’autobus, il libro o il giornale in borsa. Ci si incontrava, ci si riuniva e si pensava di poter cambiare il mondo...



    Cartellino rosso

    Fuori dai (coglioni) piedi e dal consorzio umano

    di Ciccio Schembari

    Il primo cartellino rosso lo metterei a chi è causa di sofferenza. Sappiamo che la sofferenza non è eliminabile, fa parte della vita e però c’è chi, con le proprie decisioni e azioni, contribuisce ad aumentarla...

    Dove la fretta è bandita

    In punta di piedi a Pennabilli

    di Laura Ciancio

    Pennabilli è un balcone che affaccia nella Valmarecchia. Un timido paesino medioevale dove il tempo, sotto un incantesimo chissà quando avvenuto, si è cristallizzato. E’ qui che Tonino Guerra a sessantacinque anni decise di ritirarsi...











Fotorama / Cartellini Rossi

di Meno Baglieri




    Red Card

    Immagini dalla Lituania

    di Giuseppe Cusumano

    Era il lontano 2011, e un amico col quale condividiamo da sempre calcio giocato, e anche musica e libri – pur riuscendo a non trovarci d’accordo su praticamente nulla di tutto ciò! – era riuscito a portarmi in Lituania...

    Yellow card

    Due parole sul calcio

    di Saro Distefano

    Troppo facile. Il cartellino rosso è facilissimamente assegnabile. Un ipotetico arbitro dovrebbe schiaffarlo in faccia al...


Occhio Strabico / Out of Spain

di Carlo Blangiforti




Libri

    Tracce di Blues

    Riflessioni sulla musica del diavolo

    di Lorenzo Vecchiato

    Come bere bene

    Guida "sentimentale" al vino

    di Salvo Foti

    Opere Complete

    raccolta dei componimenti del poeta secentesco

    di Paolo Maura

    Quel treno per la Polonia

    Studenti ragusani "Tul treno della Memoria"

    di Marinella Tumino

    L'araldica impostura

    Raccolta di racconti

    di Saro Distefano

    Parole degli Iblei

    Riflessioni introndo a proverbi e detti ragusani

    di Autori Vari

    Tre per tre

    Nove racconti

    di Carlo Blangiforti, Saro Distefano e Vito Campo

    Quaderni Tanzani

    "Diario di viaggio" della Tanzania

    di Giuseppe Cusumano

    Urlano anche i topi

    La dimensione siberiana nell'esperienza di Cechov

    di Carlo Blangiforti

    Quattro racconti

    di Vito Campo













Avvisi

    L'Ingrediente Segreto
    Miti e realtà della gastronomia siciliana

    Questo libro, partendo dalla storia gastronomica dell’isola, si propone si offrire spunti di riflessione che sottolineino le peculiarità siciliane: la cucina della Sicilia si caratterizza per la particolare capacità di fondere in un tessuto armonico i contributi esterni, costituendo, aldilà di banali luoghi comuni, una nuova identità, una tradizione che si reinventa continuamente. Da secoli gli studiosi di gastronomia siciliana si sono sforzati di ricostruire i legami fra le varie tradizioni culinarie che hanno vissuto e convissuto nell’isola, talvolta ricorrendo o rifondando miti che potessero sciogliere le impasse nella ricerca: tutto ciò che pareva incomprensibile era frettolosamente liquidato come arabo, il raffinato come cucina dei monsù ecc. Questo volume tenta di riportare alla realtà, attraverso documenti, studi e fatti, le intuizioni di questi studiosi. Il tentativo di questo libro, nei suoi quattordici capitoli, è quello di analizzare alcune pietanze, procedimenti e ingredienti che per loro natura sono avvertiti nell’isola e fuori come tipici siciliani; di riannodare quei fili invisibili che intrecciandosi in duemila anni di storia hanno costituito l’arazzo (ora logoro, ora splendido e raffinato) dell’identità siciliana.

    Foto di Vito Campo


    Acquista

    img

Pagine : 100 (Colore)
Anno di pubblicazione: 2017
Isbn : 978-88-940976-5-8




Link Utili

    Italia Notizie

    Quotidiano di informazione

    Cultagenda

    Eventi negli iblei

    CCP "Paulu Maura"

    Sito del Centro Culturale Permanente Paulu Maura di Mineo

    Il segno che resta

    Media Communication

    Le Fate

    Editore - Caffè Letterario

    Ragusa Rugby

    Sito della Squadra di Rugby

Pdf







Rubriche

  • Verde Chiaro

    Attenti all’alloctono

    di Aldo Adamo

    Le piante hanno tanto da raccontare, tessono fili più o meno invisibili con la nostra vita. Le piante, a saperle ascoltare, raccontano storie straordinarie. "Verde Chiaro" si ripropone di narrarle...
  • Versi Diversi

    L'espulsione dei vampiri dalla Transilvania

    di Gudrun Pausewang

    Hanno scritto, hanno costruito colle parole il mondo che ci circonda, e quello che, se avremo un po’ di lungimiranza, lasceremo ai figli. I poeti! Non se ne potrà mai fare a meno...
  • Forse non tutti...

    Morti da inquinamento

    di Meno Occhipinti

    Forse non tutti sanno che... ci sono notizie che scivolano tra le righe come acqua attraverso le dita. Ascoltiamo, vediamo, senza quello sguardo straniato che ci permette di capire cosa ne è del Belpaese...
  • Fotorama

    Cartellini Rossi

    di Meno Baglieri

    Raccontare storie per immagini, una sorta di moderno lavoro da cantastorie che vuole restituire nel progredire delle immagini le sensazioni di chi quei fotogrammi ha saputo catturare...
  • Altrocchio

    Scandalo a Hollywood

    di Carlo Blangiforti

    Ancora un modo differente per vedere la realtà attraverso la satira, immagini e vignette che vogliono raccontare, ancora una volta, ancora da un’altra visuale il mondo della politica...
  • Parole Sante

    Espulsione e genocidio

    di Hannah Arendt

    Brevi aforismi di grandi donne e uomini di oggi e del passato che rappresentano meglio di mille parole, tra moto di spirito e facezie argute, il sentire più intimo di una intera umanità. Una sola parola può dire tantissime cose...
  • Occhio Strabico

    Out of Spain

    di Carlo Blangiforti

    Fotomontaggi, vignette irriverenti, che offrono uno sguardo divergente su un mondo che a tratti sembra seguire una logica assurda. Ma una risata, si spera, seppellirà tutto il marcio, o almeno uno ci prova...