Verde Chiaro

Fratello o sorella

di Aldo Adamo

    img

 

Un vecchio detto siciliano così recita: “Tri su i cora amati: mamma, suoru e frati” e su questo si potrebbe scrivere tantissimo. Potremmo innanzitutto capire chi usava di più questa frase: la moglie o il marito? Diciamo che essendo più uno sfogo che una minaccia, una simile espressione veniva declamata dalla moglie che all’epoca poteva più accennare teoricamente che procedere concretamente. E su questa disparità potremmo affrontare il secondo problema: si dice fratellanza o sorellanza? Perché nel nostro interloquire siculo si parla sia del fratello che della sorella ma di norma la “sorellanza” è un vocabolo fortemente inusitato. L’argomento diventa realmente difficile; certamente non è di competenza di un povero “sciuraru” come il sottoscritto e, pertanto, mi limiterò ad analizzare il quesito sotto il profilo squisitamente botanico. Ancora una volta il mondo del verde supera il mondo “animale”. Esiste, infatti,  una tecnica colturale battezzata come la tecnica delle tre sorelle. Tre piante, la zucca, il mais e il fagiolo, convivono insieme offrendo e ricevendo aiuto ognuna dalle altre, proprio come dovrebbero fare tre sorelle. Prima viene interrato il mais e quando le piantine raggiungono i 15 – 20 cm. di altezza si mettono a dimora i semi del fagiolo e quelli della zucca. Ed ecco che parte così l’operazione delle tre sorelle. Il mais diventa la struttura ideale su cui si arrampicheranno i fagioli. Di contro i fagioli creeranno dei composti azotati da cui riceveranno benefici nutrizionali sia le zucche che il mais. La zucca,  che per sua natura  si estende in orizzontale, diverrà la pacciamatura vegetale ideale per bloccare la luce del sole sul terreno, piccolo particolare da non trascurare;  questo ombreggiamento naturale riuscirà, in effetti, a limitare la crescita delle erbacce e a mantenere il suolo più umido diminuendo fortemente il consumo d’acqua .
Tre sorelle che invece di litigare preferiscono lavorare in “sharing” , il nuovo termine usato molto dagli umani. Peccato che,  anche questa volta, gli umani si contraddistinguono per l’uso più teorico che pratico…pazienza…    

Consigli del mese
Nel prato: concimazione autunnale e se il caso diserbo selettivo; trasemina; a fine mese iniziano le semine autunnali. Si possono arieggiare i prati molto compattati e/o infeltriti.
Nel giardino: sagomatura delle siepi formali; a fine mese inizia l'impianto dei bulbi a fioritura primaverile (fresie, tulipani, ranuncolo,etc. , etc.): prenota in tempo le varieta'; semina l'Alisso, la Gypsophila, la Viola e la Violacciocca. 
Le Piante da Interno: riprendi le concimazioni.
Il Bonsai: : a fine mese inizia le concimazioni; attento alle cimature. 
Nell’orto: semina la Bieta, il Cavolo Broccolo e Cappuccio, la Cicoria, la Cima di Rapa, la Cipolla, la Lattuga, il Prezzemolo, il Ravanello, la Rucola, lo Spinacio, il "Sanapo";  per la raccolta di Febbraio – Marzo trapianta il Finocchio, il Cavolo Broccolo e l'Endivia con la Lattuga,  tutti i tipi di Cavolo,  Prezzemolo e i Carciofi …e se vuoi saperne di più telefonami al 348018041 o scrivimi su aldo58.adamo@gmail.com