Carlo Blangiforti

    img
  • Comitato di redazione

    Nasce per puro azzardo in un clinica di Catania nel ’67, ma torna a Mineo dopo soli tre giorni. Studi tecnici prima a Caltagirone e poi a Catania. Perito informatico nell’86, si iscrive all’Università di Torino in Scienze dell’Informazione, dopo due anni torna a Catania e si iscrive in lingue : russo e tedesco. Si laurea nel '97 con una tesi dal titolo profetico La dimensione siberiana nell’esperienza di Cechov. Da questo studio è nato il saggio Urlano anche i topi edito da Operaincertalibri nel 2017. Nel '98 emigra in Francia. Nel 2002 torna in Sicilia, si stabilisce a Ragusa. Animatore di giornali estemporanei e di centri culturali.È tra i fondatori del mensile online Operaincerta.it. Dal 2012 collabora alla rivista Le Fate. Nel 2009 pubblica il suo primo libro Distratti e lontani. Ha curato l'edizione in italiano dell’Opera Omnia del poeta Paolo Maura (2011), ha illustrato il libro di Salvo Foti, Come bere bene. Nel dicembre del 2015 tre racconti (ma non si può dire quali per via di un accordo tra gli autori) sono inclusi nella raccolta Trepertre della casa editrice Operaincertalibri. Nell'aprile del 2016 è stato pubblicato dalla casa editrice Le Fate il suo libro Panza e assenza.