Il non volto del mistero

di Carlo Blangiforti

È un vero mistero la donna, il femmineo, imperscrutabile, almeno per i maschi. Spesso si associa alla paura, ma non sempre lo è, il mistero è il richiamo dell’ignoto, l’evocazione di ciò che crediamo sapere e invece sconosciamo, che ci spaesa, che ottenebra lo sguardo. Il mistero è perdita, ricerca e conquista, è un viaggio attraverso il quale (ci) perfezioniamo. Gli Eleusini insegnano.
Il mistero è parente stretto del segreto, e dunque del buio, della notte.
Ci sono misteri sacri, il cui accesso è garantito solo agli iniziati, ci sono misteri che infondono la quotidianità, ci sono indagatori che con l’occulto hanno fatto carriera, scrittori che hanno costruito un intero mondo. Un mistero può incutere paura, ma la paura non viene solo da quel che ci è estraneo, anzi.  [...]

continua a leggere »


Loading









[*] Articoli presenti solo nella versione on-line