Auto mon amour

di Antonio La Monica

Mi racconta mio padre che, da piccoli, uno dei passatempi preferiti era quello di correre in gruppo dietro una delle rarissime macchine che percorrevano le vie cittadine. Piaceva ai quei bimbi incoscienti di oltre mezzo secolo addietro l’odore della benzina. Mi ricordo anche io che uno dei giochi più gettonati, in caso di mancanza del pallone, era quello di indovinare il tipo di automobile dal rumore che si poteva sentire in lontananza prima del transito dinanzi ai nostri occhi. Quanta benzina è passata sotto i ponti…. Provate oggi a correre dietro la marmitta, magari catalitica, di una qualunque auto. Come minimo finirete arrotati o presi per pazzi, sempre poco prima di finire arrotati e disgustati dall’odore della benzina che non inquina!

E indovinare la marca e il modello dal semplice rumore del motore? Oggi impresa impossibile, a meno che un superstite non guidi una scoppiettante “Ottocentocinquanta Fiat” o una mitica “Cinquecento”, sempre Fiat ovviamente [...]

continua a leggere »


Loading









[*] Articoli presenti solo nella versione on-line