Fuoco, sole e catarsi

di Veronica Ferlito

Riflessioni

Come oggi è il sole caldo come un fuoco in fiamme che scalda le nostre anime, che dà vita a coloro che una vita tutta di fuoco e fiamme non l’hanno vissuta mai perché accontentarsi è più comodo e facile per molti degli esseri umani, senza rischiare di bruciarsi e restare segnati per un lungo periodo di tempo.
Il fuoco è una luce che accende in ognuno di noi una speranza per vivere senza cullarsi su ciò che già possediamo, il fuoco arde in coloro che hanno desiderio incalzante di crescere e trovare un alcunché di assolutamente unico e speciale aldilà del limite di noi stessi.
Il fuoco si accende e si spegne dunque è un elemento naturale a cui in molti credono ed attribuiscono la verità assoluta, una verità da oggettivizzare e vedere a capo di ogni azione o gesto che venga dal cuore o che venga anche dalla stessa mente umana, razionale.
Non avrebbe senso vivere e correre come Forrest Gump senza un fuoco che arde dentro ciascuno di noi, senza una meta da raggiungere anche se spesso, la meta la vedi durante il decorso della stessa corsa, il tuo fuoco brulicherà man mano che sarai sempre più vicino e prossimo ad esso ed al suo raggiungimento, come un capo da raggiungere dall’alto mare verso la terra ferma.
Il fuoco è una vita che muore tra le fiamme lasciando spazio, nel tempo, ad una nuova che desiderosa di uscire allo scoperto, scoppietta e rende viva la nostra energia interiore, la nostra voglia di credere che ad ogni fine, corrisponde il nuovo inizio come un ciclo, il ciclo vitale.

Immagine: www.immaginegoogle.it