Polizia

di Carlo Blangiforti

Non è retorico, oggi, parlare di poliziotti. Tra le vittime dei vili e barbari attacchi che hanno sconvolto la Francia e l'Europa tutta, ci sono stati anche diversi agents de police.
Ci dovremmo fermare per un po', riprendere il fiato, lasciare che il sangue si raffreddi e tornare all’origine di questa nostra democrazia, tornare alla Francia d’autan, al 26 agosto del 1789.
La Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino è alla base della nostra civiltà odierna, non è una opinione, è un fatto storico. È questa Carta che all’art. 11, solennemente afferma “La libera manifestazione dei pensieri e delle opinioni è uno dei diritti più preziosi dell’uomo; ogni cittadino può dunque parlare, scrivere, stampare liberamente, salvo a rispondere dell’abuso di questa libertà nei casi determinati dalla Legge” e a guardia di questo diritto pone la forza pubblica (articoli 12 e 13 “La garanzia dei diritti dell’uomo e del cittadino ha bisogno di una forza pubblica; questa forza è dunque istituita per il vantaggio  [...]

continua a leggere »


Loading









[*] Articoli presenti solo nella versione on-line