LA CRISI

di Antonio La Monica

Crisi. Crisi. Crisi. È la parola d'ordine che sembra risuonare nelle stanze dei bottoni della grande economia per poi ricadere, in frantumi morali e sostanziali, in quelle del più piccolo dei bottegai e del più modesto degli impiegati. Crisi. Come il nome di un tifone che spazza via le speranze, che distrugge senza troppo badare alle proprie vittime. E pensare che, fino a pochi anni addietro, c'era qualche onesto intellettuale o uomo di pensiero che sosteneva, non del tutto a torto, che era proprio la crisi la nostra grande occasione. Una bella occasione per ripensare al futuro in termini più umani, più solidali e giusti. Un modo per spingerci al cambiamento e verso una rivoluzione che ridestasse il valore dell'uomo, dell'essere veramente umani. Tutto giusto. Soltanto che la crisi, quella finanziaria appunto, ha portato con se, come una peste complessa, ogni male possibile. [...]

continua a leggere »


Loading