Corna

di Antonio La Monica

Autorevoli fonti assicurano che il signor Giuda Iscariota tradì la sua guida spirituale per soli trenta denari. Da allora, tuttavia, i prezzi sono andati decisamente al ribasso. Quel che è certo, però, è che il tradimento resta uno degli snodi fondamentali per la storia dell’uomo. Uno di quei momenti rivelatori dell’animo dei sapiens. Un tratto distintivo, insomma. Sia che si tratti di un banale mettere le corna alla moglie o al marito, piuttosto che di un passaggio, di questi tempi assai disinvolto, sul carro del vincitore. La politica, in tal senso, è terreno fertilissimo per tradimenti e voltafaccia. Oggi di qua, domani di là. C’è poi chi tradisce la propria fede religiosa, la parola data e chi si inerpica nell’impossibile: cambiare, ad esempio, la propria squadra di calcio del cuore. Ci sarebbe da precisare, per amore di analisi, che spesse volte il tradimento è anche sintomo di una volontà di cambiare non per forza negativa. Tutto sta nel “come” si attua questo mutamento di intenzioni e di atti. Ma qui sta la differenza tra un uomo di buon livello ed uno che ancora striscia. [...]

continua a leggere »